Psicologia e arredamento: crea la tua piccola oasi in casa

Seguila su
Daniela è una Psicologa Clinica e Life Coach online che si interessa anche di Benessere fisico e mentale, Meditazione e Sviluppo Personale.
La sua mission è aiutare le persone a vivere una vita felice e sana a 360°.
Dott.ssa Daniela Mascaro
Seguila su


Chi ha detto che la psicologia è solo quella che si fa nelle aule di universitá, nello studio di un terapeuta o sui libri?

Il bello della psicologia è che appartiene ad ognuno di noi, tutti noi la usiamo, spesso senza nemmeno rendercene conto, ne siamo circondati e influenzati il piú delle volte senza neanche saperlo.

Un esempio?
La psicologia dei colori!

Perchè non farne buon uso pensando a come arredare casa?
Perchè non usare gli effetti psicologici dei colori per creare ambienti confortevoli, comodi e interessanti?

Utile?
Certo, ma soprattutto curioso e divertente!

Qui di seguito trovi tanti suggerimenti ed esempi per arredare casa con la psicologia dei colori.

  1. Vuoi dare l’idea di un ambiente spazioso?
    Utilizza colori brillanti, accesi e vivaci, come il giallo.
    Evita il bianco che, sebbene utile nel dare l’illusione di uno spazio maggiore, risulta comune e inflazionato.

  2. Hai  mai notato che molti ristoranti utilizzano molto il colore rosso?
    È stato dimostrato infatti che questo colore stimola l’appetito nella maggior parte delle persone: scegli il rosso per mobili, utensili, sedie, stoviglie e qualsiasi altra cosa vuoi per la tua cucina e  armonizza il tutto affiancando
    ad esempio delle ante rosse su una parete beige.

  3. Riscalda la tua casa utilizzando colori caldi d’inverno
    Colori come rosso, arancione e giallo creano infatti un ambiente  accogliente e danno l’idea di una stanza calda e soft.

  4. Come mai molte residenze estive hanno esterni bianchi con finiture blu?
    È lo stesso principio del punto precedente: utilizzare  molti colori freddi durante l’estate, l’azzurro in particolare, richiama alla mente un’idea di fresco e pulito.

  5. Usa i colori del tuo passato
    Soprattutto in cucina, l’uso di colori familiari riporta alla mente bei ricordi e ricrea un atmosfera piacevole e confortevole.

    Se non riesci a ricordare i colori della tua cucina (o non vi hai associato ricordi piacevoli), può essere utile sapere che il rosso e il giallo sono perfetti per questo ambiente, in quanto giocosi e allo stesso tempo sofisticati.

  6. Come creare un atmosfera rilassante nelle stanze in cui ci riposiamo  e stacchiamo la mente dopo una giornata di lavoro?
    Bagno, camera da letto, angolini relax…
    Utilizza il potere rilassante e calmante dei colori freddi, facendo uso delle sfumature del blu, del verde e del color  lavanda.

    Un piccolo trucchetto: quando si usa questa tecnica, scegliere la tonalitá più scura del colore che si vuole usare rende l’effetto ancora più evidente!

  7. Se soffri di pressione alta stai lontano dal rosso
    E’ vero che stimolano l’appetito in cucina ma le tonalità del rosso sono spesso associate a pressione alta e irritabilità se usate  in altre stanze della casa.

    Se desideri un colore più scuro per la tua  camera da letto o soggiorno, pensa ad un colore freddo piuttosto che ad uno caldo.

  8. C’è un colore che adori indossare particolarmente? Consideralo per il tuo bagno! 
    Al contrario, pensi di non stare molto bene con un colore?
    Evitalo a tutti i costi nel tuo bagno!

    Perche?

    È bello piacersi quando ci si guarda nello specchio e avere sullo sfondo il proprio colore preferito aiuta molto!

  9. Hai una “stanza palestra” e vuoi scegliere un colore per le pareti?
    Anche se potrebbe sembrare una buona idea utilizzare il rosso, questo potrebbe aumentare la sensazione di calore e influire sulla resa degli allenamenti.

    Se comunque desideri usare un colore caldo, puoi considerare un piacevole mix di vernice gialla e blu.
    Un’altra combinazione vincente è quella del verde-blu, che crea una piacevole sensazione di raffreddamento, permettendo di prolungare gli allenamenti e diminuire il senso di affaticamento.

  10. Vuoi concentrarti? Usa il verde
    Puoi usare delle piante o considerare un verde molto chiaro per le pareti.
    Attento peró a non trasformare il tuo ufficio in una giungla o otterrai l’effetto opposto: distrazione!

  11. E il viola?
    Sebbene richiami alla mente ricchezza e romanticismo, è un colore molto raro in natura e può risultare artificiale nel tuo arredamento.
    Se davvero vuoi usarlo in casa, prova a miscelarlo con colori più naturali come giallo e verde chiaro.

  12. Giallo= ottimismo!
    Ottimo per la veranda e per l’ ingresso…perchè?
    Passando da lí per uscire di casa al mattino, questo colore ti darà una spinta di ottimismo per affrontare la giornata.

  13. Vuoi dare un look naturale alla tua casa?
    Introduci degli elementi marroni nelle stanze, come oggetti in legno o di cuoio. Attento però: il marrone è associato a depressione da alcune persone.

  14. Hai in casa un adolescente ossessionato dalle pareti nere per la sua stanza?
    Il problema con questo colore è che, fra le altre cose, da l‘illusione di avere uno spazio molto ristretto.
    Una soluzione può essere quella di dipingere il soffitto di nero, con qualche stella, o creare un intero paesaggio notturno sulle pareti.

  15. C’è un motivo se i sanitari sono generalmente bianchi.
    Il bianco, infatti, non solo simboleggia la fertilità e la pulizia ma facilita anche la pulizia.
    Non vuoi che lo sporco in bagno sia nascosto in modo da credere di aver pulito senza averlo fatto in realtá, giusto?

    Questo colore inoltre, richiamando l’idea di fresco e pulito, mette la mente a proprio agio e facilita il rilassamento.

  16. Fidati dell’arancione per una stanza in cui c’è qualcuno ammalato  o in camera di un bambino asmatico
    Questo colore è spesso associato al miglioramento della funzione polmonare nonché all’aumento di energia.

  17. Usa il potere tranquillizzante e calmante del rosa per la tua stanza o angolino di meditazione.
    Piccola curiosità: alcune squadre sportive dipingono di rosa lo spogliatoio della squadra in trasferta, dal momento che è stato dimostrato che questo colore causa una diminuzione dell’energia.

  18. Quando non sai che pesci prendere, guarda alla natura
    Se vuoi usare la psicologia dei colori nella tua casa, scegli colori che ricordano la natura.
    I colori naturali, infatti,  si fondono perfettamente con il tuo arredamento.

    Ricorda però: per gli esterni il più delle volte è meglio scegliere colori brillanti!

Fonte: 
http://freshome.com/2010/09/08/20-ways-to-use-color-psychology-in-your-home/

Un metodo semplice e veloce per addormentarsi e dormire come un angioletto

Seguila su
Daniela è una Psicologa Clinica e Life Coach online che si interessa anche di Benessere fisico e mentale, Meditazione e Sviluppo Personale.
La sua mission è aiutare le persone a vivere una vita felice e sana a 360°.
Dott.ssa Daniela Mascaro
Seguila su

Quando non riesco ad addormentarmi o qualcuno mi chiede un consiglio per combattere l’insonnia la cosa su cui mi focalizzo prima di ogni altra cosa è il respiro.

Ci sentiamo sempre dire di respirare quando siamo agitati, nervosi, tesi ma… diciamoci la verità: quanti lo fanno davvero?
Il più delle volte si pensa che sia il solito trucchetto psicologico per distrarsi e nel frattempo la tensione passa.

In realtà l’attenzione sul respiro è molto mooolto importante, tutti noi respiriamo ma chi lo fa in maniera consapevole? Non è forse una cosa automatica alla quale non pensiamo mai durante la giornata?

Spesso lo facciamo mentre facciamo altro, proprio perchè si tratta di una cosa automatica, come il battito cardiaco: non dobbiamo dare l’impulso al cervello per far battere il cuore, è un’attività involontaria.
Ma il fatto che sia involontario non vuol dire che non possiamo farlo in modo consapevole.

Portare l’attenzione sul respiro porta immediatamente ad uno stato di rilassamento.
Prova adesso ad esempio: fai 3 respiri profondi portando la tua attenzione sul punto in cui l’aria entra ed esce dalle narici, prenditi il tuo tempo…

Com’è stato?

Se lo hai fatto bene (senza barare) dovresti avvertire uno stato di relax che si irradia in tutto il corpo.

Questa sensazione  di rilassamento è il motivo per cui il mio primo consiglio in caso di insonnia è respirare consapevolmente, facendo l’esercizio che hai appena fatto.

Ovviamente se sei teso da anni e anni e hai un’insonnia che ti fa dormire un’ora a notte ci vorrà un po’ di esercizio e pratica, dovrai insegnare al tuo cervello a rilassarsi e potrà volerci qualche giorno, forse settimane, ma ne vale davvero la pena.

Qualche giorno fa però ho letto l’articolo di un professore che ha trovato una tecnica ancora più efficace, sempre basata sul respiro, per addormentarsi nel giro di pochi minuti: essendo io una grande sostenitrice del potere del respiro, potevo non provarla?

Ebbene, devo dire che funziona anche meglio rispetto a quella che dei 3 respiri, è efficace e semplice da ricordare.

Eccola qui:

  1. Metti la punta della lingua sul palato, subito dietro i denti
  2. Con la bocca chiusa, fai un respiro con il naso e conta fino a 4
  3. Tieni dentro l’aria contando fino a 7
  4. Espira con la bocca contando fino a 8 ed emettendo un suono “sibilante”.
  5. Senza fermarti, ripeti tutto per non più di 4 cicli
    (mi raccomando: la lingua deve rimanere sul palato per tutto il tempo).

Noterai che andrai in uno stato di coscienza molto rilassato e piacevole.

Anche usando questa tecnica però, perchè gli effetti siano durevoli ed efficaci, è importante essere persistenti e costanti.

Il dottor Andrew Weil, medico, esperto di medicina alternativa e diffusore di questa tecnica di respirazione, insiste molto su quanto sia importante praticarla  almeno due volte al giorno per otto settimane, per ottenerne i maggiori benefici

E’ un vero e proprio training per il corpo e per la mente che di questi tempi non si rilassano tanto facilmente.

La cosa bella poi è che questa tecnica per addormentarsi va benissimo anche per altre cose, come

  • aiutarti a uscire da uno stato di l’ansia
  • aiutarti a gestire e ridurre lo stress lo stress di una giornata no
  • supportarti se stai cercando di smettere di fumare o vuoi ridurre il cibo spazzatura dalla tua dieta

La prossima volta che ti capiterà di essere agitato o di non riuscire a dormire prenditi 10 minuti per usare questa tecnica prima di reagire alla situazione.
Ti stupirai della chiarezza mentale e della calma che avvertirai.

E soprattutto, più addestri la tua mente a stare in uno stato calmo e quieto più la tua mente lo riconoscerà come lo stato naturale e, se la prima volta ti ci vorrà un’ora o più per calmarti, dopo un po di esercizio basteranno pochi minuti per ritrovare la calma e fermare i pensieri incessanti.

Buona respirazione a tutti <3